CATECHESI DEL MERCOLEDI' DI PAPA FRANCESCO

Mercoledì 18 gennaio
La Speranza cristiana - 7. Giona: speranza e preghiera

L’istintivo orrore del morire svela la necessità di sperare nel Dio della vita. «Forse Dio si darà pensiero di noi e non periremo»: sono le parole della speranza che diventa preghiera, quella supplica colma di angoscia che sale alle labbra dell’uomo davanti a un imminente pericolo di morte. Troppo facilmente noi disdegniamo il rivolgerci a Dio nel bisogno come se fosse solo una preghiera interessata, e perciò imperfetta. Ma Dio conosce la nostra debolezza, sa che ci ricordiamo di Lui per chiedere aiuto, e con il sorriso indulgente di un padre, Dio risponde benevolmente.

UDIENZA DI PAPA FRANCESCO 18 GENNAIO

NATALE 2016

Egli viene.
 E con Lui viene la gioia.
Se lo vuoi, ti è vicino.
Anche se non lo vuoi, ti è vicino.
Ti parla anche se non parli.
Se non l’ami, egli ti ama ancor di più.
Se ti perdi, viene a cercarti.
Se non sai camminare, ti porta.
Se tu piangi, sei beato perché lui ti consola.
Se sei povero, hai assicurato il regno dei cieli.
Se hai fame e sete di giustizia, sei saziato.
Se perseguitato per causa di giustizia,
puoi rallegrarti ed esultare.
Così entra nel mondo la gioia,
attraverso un bambino che non ha niente.
La gioia è fatta di niente,
perché ogni uomo che viene al mondo
viene a mani vuote.
Cammina, lavora e soffre a mani vuote,
muore e va di là a mani vuote.

Primo Mazzolari


WILLY WONKA E LA FABBRICA DI CICCOLATO

Sabato 24 dicembre ore 21.00
recita dei ragazzi dell'ACR, ingresso a offerta libera
La pace
è una
“virtù attiva”,
che richiede
l’impegno e
la collaborazione
di ogni singola
persona
e dell’intero
corpo sociale

PAPA FRANCESCO
@Pontifex.it  17 gen 2017

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per essere inserito nella newsletter parrocchiale e rimanere sempre aggiornato con le ultime novità.